BlogBody

Serie A2020, tutti i body della A2

Ho iniziato a scrivere questo articolo subito dopo la seconda prova di serie A che si è svolta ad Ancona lo scorso 22 Febbraio. In mente avevo di pubblicarlo dopo la terza tappa che avrebbe dovuto avere luogo a Napoli il 14 Marzo perché, magari qualche società avrebbe potuto presentare un nuovo body.
Ma tutto questo sembra accaduto una vita fa. Le gare, gli abbracci, le urla del pubblico e delle compagne, tutto sembra un lontanissimo ricordo.

Due riflessioni a cuore aperto.

Già ad Ancona lo spettro del Covid-19 aleggiava nell’aria ma, credo che nessuno di noi fosse preparato ad aspettarsi qualcosa del genere.
L’epidemia ha colpito duramente anche il mondo dello sport e della ginnastica. Non posso che mandare un pensiero e sentirmi vicina a tutte le ginnaste e alle loro famiglie che sono state colpite da questo nemico invisibile. Cosa si può dire a chi ha perso amici e o parenti senza poter nemmeno dire addio?

Ho rimandato e rimandato la pubblicazione perché parlare di colori e strass mi sembrava troppo sbagliato, perché l’Italia si è dovuta fermare, perché la mia società proprio come tutte le altre, ha dovuto chiudere la palestra e lasciare a casa ginnaste e tecnici, non sapendo quando e come si sarebbe potuto ripartire, tornare alla normalità.
Ad oggi credo che in un modo o nell’altro ci risolleveremo ma per allora tanto sarà cambiato.

Una cosa forse non cambierà, l’amore che proviamo per questo meraviglioso sport ed è proprio questa la ragione che mi ha convinto a scrivere queste righe oggi, dalle mura di casa mia con una tazza di caffè americano accanto al portatile.
Forse è proprio perché la situazione all’esterno è così nera che sento il bisogno di dedicare qualche minuto del mio tempo a pensare a qualcosa che amo, qualcosa di bello che voglio tornare a vivere in prima persona e, forse quello che sto provando io ora, lo state provando anche voi.

Ecco perché nel modo più sincero possibile vi lascio questo articolo, so bene che non serve a cambiare né il mondo né a salvare la situazione ma, forse, può regalarvi 10 minuti di svago (5 se siete veloci a leggere!).
Spero che vi piaccia e, sarei davvero onorata di poter raccogliere le vostre testimonianze e magari pubblicarle (anche in forma anonima) per farci sentire che non siamo soli.

Un abbraccio, solo virtuale per il momento e buona lettura!


SERIE A 2020 – I body della A2

Body Serie A2 2020 – Un po’ di nero non fa mai male!

Cosa abbiamo visto in campo gara? Tanta bella ginnastica e tanti bei body! Il primo di cui vi parlo è quello indossato dalla Forza e Virtù 1892. Nero e intramontabile, dal taglio semplice e asimmetrico, con maniche in retina a 3/4 e una cascata di strass per dare luce al décolléte. Opera dalla tecnica Eleonora Gabrielli, i body sono eleganti e senza tempo, belli!

Base nera sì, ma aggiungiamo un importante magenta sulle maniche e abbiamo il body della Ginnastica Victoria Torino. Su base di retina si dirama la silhouette simmetrica con linee sinuose. Indossato anche per lo scorso campionato, questo modello è stato realizzato da Glielfi.
Bellissimo il dettaglio delle decorazioni di strass e le pietre cucite a mano.

Rimaniamo sugli stessi toni cromatici ma invertiamoli, aggiungiamo degli inserti argentati e una retina con trama animalier di pizzo e abbiamo il body indossato dalle ragazze della Ginnastica Pavese. Prodotto da un nuovo marchio lombardo, Staggio Gym, il body ha uno scollo a cuore, maniche a 3/4 e tanti inserti in lurex argentato. Per esordire nel campionato di serie A2 non potevano fare una scelta più azzeccata!

Ah i toni dark del rosa su base nera piacciono proprio tanto quest’anno! Firmato Gymbody, ecco il modello indossato dalla Olos Gym. Maniche a 3/4, retina nera, base in lurex sfumato dal nero al bianco e lurex amaranto con motivo a fiamme. Il tutto come sempre arricchito da linee di cristalli.

Rimaniamo in casa Gymbody con questo modello realizzato per la Ghislanzoni Gal. Bello il gioco di sfumature dal nero al bianco e dal nero al fucsia e anche il disegno creato dall’inserto in lurex color prugna accompagnato da centinaia di strass per dare luce e movimento. Un body grintoso!

Rigorosamente in Sigoa l’Estate 83 ha indossato un body in un cangiante lurex rosa che si unisce alla retina nera di décolleté e maniche a 3/4. Taglio simmetrico e profondo scollo a cuore modificato dalle fiamme del tessuto rosa. Un body che si fa notare!

Restiamo fedeli alla componente nera ma cambiamo completamente il secondo colore per trovare il body realizzato da Robel e indossato da Adesso Sport. Un verde smeraldo carico e brillate accompagnato da pizzo nero e strass che illuminano. Devo dire che il verde è un colore che scarseggia sui campi gara ed è un peccato perché se accostato bene e con il giusto modello, il risultato è molto piacevole.

Torniamo ad un altro modello firmato Gymbody con la Polisportiva Fino Mornasco. Un magenta cangiante che ricopre i toni del rosso, e un disegno con linee e fiamme ben definite dal nero si stagliano sul lurex bianco perla della parte superiore. Il taglio delle maniche? 3/4, neanche a chiederlo!

Body Ardor Coop by Gymbody - serie A 2020.
Effe
Ardor Coop in Gymbody

Io ho un debole per i toni cromatici di questo body portato in campo gara dalla Ardor Coop e realizzato da Gymbody.
L’accostamento tra la stoffa sfumata al blu petrolio è assolutamente ben riuscito e gli inserti di tessuto bianco accostati alle morbide linee di strass con una trama quasi a spirale, danno luminosità e movimento.

Immancabile il taglio a 3/4 delle maniche e il fiocco per capelli abbinato. Ci piace!

Fedelissime al colore societario, le ragazze della Reale Ginnastica di Torino hanno indossato un body total blu realizzato da Punto Gym – che avevamo già avuto occasione di vedere indossato da Irene Lanza agli ultimi Campionati Assoluti. Poche semplici linee e una profonda scollatura che unisce la base in lurex alla retina. Semplice sì, ma com’è che si dice? Less is more!

Sempre firmato da Punto Gym il modello indossato dalle ragazze de La Marmora, una combinazione di bianco perla, pizzo turchese e lurex color petrolio. Un modello un po’ outsider ma sicuramente vivace e luminoso.

Dulcis in fundo il modello firmato Youth d’Élite e indossato dalla Biancoverde Imola. Dal fianco si dirama un motivo di inserti sui toni del giallo, bianco e oro per creare un effetto incendio su una base in lurex dorato. Un modello che si distingue per i toni e che risplende grazie alle centinaia di strass applicati.

Eccoci giunti in fondo a questa carrellata di body! 12 squadre, 12 modelli e 12 stili differenti. Quale di questi vi ha catturato il cuore? Fatemelo sapere perché sono davvero curiosa!

Vostra,
F


© Effe 2019. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione – anche parziale – dell’articolo e dei suoi contenuti

Si ringrazia per le foto Charlie Stive Dagna. Il copyright delle immagini appartiene agli autori, non è possibile la riproduzione di esse senza il consenso esplicito.

Rispondi